• ORMONE ANTIMULLERIANO AMH

    L’ormone anti-mülleriano (AMH) è una glicoproteina dimerica la cui funzione principale è quella di determinare la differenziazione sessuale a livello fetale, inducendo la regressione dei dotti Mülleriani all’inizio della vita fetale nel soggetti di sesso maschile. Nei maschi l’AMH è secreto dalle cellule del Sertoli dei testicoli. Le concentrazioni di AMH sono elevate fino alla pubertà, quindi diminuiscono lentamente fino a raggiungere livelli residui postpuberali. 

    Nelle prime fasi di sviluppo del feto femminile, l’assenza di AMH consente lo sviluppo dei dotti Mülleriani, fino al completamento dell’anatomia interna femminile. Nei soggetti di sesso femminile l’espressione dell’ormone AMH è stata osservata all’incirca alla 36° settimana di gestazione nelle cellule granulose dei follicoli ovarici preantrali, che producono AMH fino alla menopausa.

    Le concentrazioni di AMH nelle donne adulte dipendono dal numero di follicoli piccoli all’inizio della fase di crescita del proprio ciclo di vita, proporzionale al numero di follicoli originari rimanenti nell’ovaio, ovvero la riserva ovarica. 

    I livelli di AMH diminuiscono durante la vita riproduttiva della donna e rispecchiano il declino progressivo della quantità di ovociti/follicoli determinata dall’età e dal relativo invecchiamento ovarico. Sebbene le concentrazioni di AMH diminuiscano con l’età, alcuni studi hanno mostrato che la variabilità giornaliera delle concentrazioni di AMH nelle donne con mestruazioni è talmente bassa da poter essere misurata in qualsiasi giorno del ciclo mestruale.

    L’AMH è stato utilizzato nella valutazione della riserva ovarica principalmente come predittore della risposta della donna infertile alla stimolazione ovarica controllata. Secondo alcune ricerche l’AMH potrebbe essere utilizzato anche per stimare il tempo rimanente prima della menopausa per singola donna, in quanto risulta essere un buon indicatore dell’età riproduttiva. Inoltre, alcuni studi hanno dimostrato che l’AMH può essere utilizzato per diagnosticare e monitorare le donne affette da sindrome dell’ovaio policistico (PCOS), condizione nella quale l’AMH è presente in concentrazioni elevate.

    Secondo alcuni studi le concentrazioni di AMH aumentano nei tumori delle cellule granulose dell’ovaio e possono essere utilizzate come marker sensibili e specifici nel follow-up di pazienti ovariectomizzate. 

     


Esami clinici A-Z

  • Servizi online

    Le prenotazioni possono essere eseguite telefonicamente, di persona o compilando il modulo di prenotazione on line.

    Prenota onlineRitira referto
  • Orari di apertura

    • Lunedì - Venerdì
      8.00 - 19.30
    • Sabato
      8.00 - 13.00
    • Domenica
      Chiuso