• PAP TEST: STRISCIO CONVENZIONALE E SU STRATO SOTTILE

    Il PAP-TEST è una metodica utilizzata ormai da moltissimi anni per diagnosticare e soprattutto prevenire il carcinoma del collo dell’utero, individuando precocemente le lesioni pretumorali.

    Infatti la lunga storia naturale di questo tipo di neoplasia permette di trattare le lesioni intraepiteliali più gravi, interrompendo così un’eventuale progressione neoplastica. Il materiale ottenuto con il prelievo cervicale può essere strisciato direttamente sul vetrino (STRISCIO CONVENZIONALE), fissato, colorato con colorazione di Papanicolaou e poi letto dal cito-anatolopatologo.

    Negli ultimi anni è stata sviluppata una nuova procedura che prevede la raccolta delle cellule in fase liquida per l’allestimento automatico, grazie a strumentazione specifica, di vetrini con apposto uno strato sottile di spessore uniforme (STRISCIO SU STRATO SOTTILE), che aumenta notevolmente la sensibilità ed accuratezza del test. Inoltre, sul materiale residuo di cellule sospese nel fissativo, possono essere eseguite ulteriori indagini molecolari come la ricerca del Papilloma virus o HPV.

    Numerosi studi epidemiologici e di biologia molecolare ormai hanno dimostrato che l’infezione da HPV è un passaggio essenziale per lo sviluppo sia delle lesioni preneoplastiche che neoplastiche del collo dell'utero. Le infezioni genitali da HPV sono molto frequenti e fortunatamente la grande maggioranza di esse si risolve spontaneamente.  Solo in caso di infezione persistente da HPV ad alto e medio rischio si posssono sviluppare lesioni pre-tumorali nell'arco dei quindici venti anni successivi al picco di infezione.

     


Esami clinici A-Z

  • Servizi online

    Le prenotazioni possono essere eseguite telefonicamente, di persona o compilando il modulo di prenotazione on line.

    Prenota onlineRitira referto
  • Orari di apertura

    • Lunedì - Venerdì
      8.00 - 19.30
    • Sabato
      8.00 - 13.00
    • Domenica
      Chiuso